9.11.2020, 15:49

AMAG sottoscrive un contratto di collaborazione con il Politecnico federale di Zurigo

AMAG è il primo partner del settore automobilistico che partecipa all’«Iniziativa sulla mobilità dell’ETH», lanciata dal Politecnico di Zurigo (ETH) insieme alle FFS. Il contratto in questione è stato sottoscritto con il Politecnico ETH e la ETH Foundation. Al fine di garantire la sostenibilità dell’iniziativa, è prevista una collaborazione a lungo termine di oltre dieci anni.

L’obiettivo dell’«Iniziativa sulla mobilità» è di costituire un polo di ricerca sulla mobilità in Svizzera che sia un punto di riferimento a livello internazionale nonché di elaborare soluzioni per rispondere alle sfide del futuro. «Nei prossimi anni, la mobilità andrà incontro a grandi trasformazioni. Anche per la Svizzera, è un fattore di competitività fondamentale. Economia e mobilità sono strettamente correlate», Morten Hannesbo, CEO di AMAG Group SA, ne è fermamente convinto. «L’iniziativa sulla mobilità dell’ETH riveste dunque una grande importanza per il polo economico svizzero, al fine di sviluppare soluzioni di mobilità innovative e proiettate verso il futuro. Con i suoi 75 anni di esperienza nel campo della mobilità, AMAG sarà in grado di fornire un contributo fondamentale e sostenere efficacemente quest’iniziativa, con la speranza che possa rivelarsi utile anche per la nostra attività. L’iniziativa è in linea con la nostra visione, ossia essere fornitori di una mobilità individuale sostenibile».

Per AMAG e i suoi titolari non è il primo impegno assunto a favore dell’ETH. Negli anni passati, già a partire dai festeggiamenti per il 150° anniversario dell’ETH di Zurigo, il Politecnico ha ricevuto sovvenzioni molto generose, destinate, tra le altre cose, alla costruzione dell’Istituto di studi teorici.

Questa nuova collaborazione avviene nell’ambito di progetti congiunti dell’ETH con i partner sostenitori. L’aspettativa è di fornire un enorme contributo alla ricerca e di far progredire lo sviluppo di soluzioni tecnologiche. Gli incontri regolari, i workshop e i relatori internazionali favoriscono lo scambio e l’adesione ai progetti tra i partner.

L’impegno di AMAG rafforza l’iniziativa per la mobilità dell’ETH di Zurigo, con la quale il Politecnico mira ad ampliare le proprie competenze nella ricerca, avvicinandole maggiormente alla pratica. Oggi, presso il Politecnico di Zurigo sono già all’opera oltre trenta gruppi impegnati in diversi settori della ricerca nel campo della mobilità. Si prevede di ampliare ulteriormente tali competenze specialistiche e di perfezionarle con un «centro ETH dedicato alla mobilità». Inoltre, negli anni a venire si auspica che altri partner sostenitori aderiscano all’iniziativa. 

 

Didascalia: Festeggiamenti in onore della collaborazione davanti all’aula Walter Haefner presso l’ETH: (da sinistra a destra) Prof. Dr. Konstantinos Boulouchos, direttore di SCCER Mobility, Morten Hannesbo, CEO AMAG, Prof. Dr. Joël Mesot, presidente del Politecnico federale, Dino Graf, responsabile di Group Communication & Responsibility AMAG, Prof. Detlef Günther, vicepresidente di ricerca e relazioni economiche dell’ETH. ETH Zürich Foundation / Valeriano Di Domenico.

Share this: